Trattamento ecologico contro la blattella germanica e la supella longipalpa

Con un solo intervento la risoluzione completa del problema blatte

La disinfestazione contro specie quali la blattella germanica e supella longipalpa, sia nelle industrie alimentari che presso i privati è possibile tramite l’ausilio di sistemi assolutamente non invasivi ed efficaci fin dal primo intervento.
Con questa tecnica ecologica è possibile trattare anche gli ambienti più sensibili (vedi cucine, industrie alimentari, alberghi, case di riposo, scuole, asili, e abitazioni in cui vivono anziani, bambini e animali domestici).
Il trattamento in oggetto viene effettuato tramite posizionamento in punti chiave di micro dosi di un’efficace ed inodore insetticida in pasta gel, dotato di un potente appetente alimentare.

Entro 24 ore dall’esecuzione del trattamento presso qualsiasi tipologia di ambiente infestato, è possibile abbattere numerosissimi insetti. Successivamente molti altri periscono cibandosi di individui deceduti a seguito dell’ingestione del gel (coprofagia).

L’insetticida gel ha una validità massima di circa 60 giorni. In tal modo, col trascorrere dei giorni, e l’avvenuta successiva schiusa delle eventuali uova presenti, anche le neanidi (nate dalla schiusa) verranno inevitabilmente a contatto con il gel deposto presso i punti chiave degli ambienti. Con un singolo trattamento, e trascorsi pochissimi giorni, è possibile giungere alla totale risoluzione dell’infestazione.

L’utilizzo del prodotto in gel ci consente di operare in tutta tranquillità, non arrecando alcun disagio al Cliente; infatti tale metodologia permette al disinfestatore di operare durante l’orario lavorativo del locale da trattare, ed inoltre consente di agire senza necessità alcuna di ripulire l’ambiente al termine del servizio. Questo pratico prodotto in forma gel inoltre, rimane di fatto attivo per 60 giorni, cosa che ci permette di portare a zero l’infestazione senza irrorazione d’insetticida in spazi vissuti dall’uomo, debellando infine tutti i cicli vitali presenti nell’ambiente infestato.

D.D.I. per combattere la blattella germanica e la supella longipalpa utilizza esclusivamente il miglior prodotto disponibile sul mercato, formulato con le migliori sostanze appetenti a disposizione, in modo tale da garantire la risoluzione del problema già entro le 24 ore successive il trattamento.
Goliath Gel è un marchio BASF, azienda leader mondiale del settore.

L’effetto cascata provocato da Goliath Gel


Blatte

Esistono circa 3500 specie di blatte, ma di queste solo quattro vivono a diretto contatto con l’uomo: la blattella germanica, la blatta orientalis, la periplaneta americana e la supella longipalpa. Prediligono depositi di spazzatura, cucine, panifici e altri ambienti in cui si trovano facilmente cibo e sorgenti di calore. Sono insetti notturni e pertanto piuttosto attivi quasi esclusivamente di notte essendo lucifughi (tranne in caso di infestazioni importanti), fuggono cioè dalla luce e di giorno si nascondono all’interno di credenze, armadi, fessure dei muri, ecc.

Apparse sul nostro pianeta circa 250 milioni di anni prima della comparsa dell’uomo, le blatte sono insetti prevalentemente tropicali, infatti pare che tutte e quattro queste specie siano state introdotte in Europa solamente 200 anni fa’ tramite le merci importate dai paesi tropicali in cui vivono in natura (non parassitando l’uomo). In Europa, invece, per un discorso di sopravvivenza, adattamento a climi più freddi e di conseguenza di ricerca di ambienti in cui vivere e riprodursi simili al loro habitat naturale (caldi ed umidi), si sono trasformate inevitabilmente in insetti sinantropi, vale a dire parassiti dell’uomo.

Non amanti del freddo, si muovono e si riproducono molto velocemente alla continua ricerca di luoghi da infestare in cui sia facilmente reperibile del cibo. Vivono in colonie popolose composte sia da insetti adulti che da neanidi, e ciò a causa dell’emissione di un particolare feromone (aggregante) in grado di incitare la convivenza in gruppo presso tutti gli individui della medesima specie.

Nonostante si nutrano di qualsiasi genere di derrata ed in particolar modo di quelle dolci e zuccherate, le blatte sono particolarmente attirate dalla materia vegetale morta e persino di tessuti, carta, di cadaveri di propri simili e di sangue (sia fresco che secco).

Fattori che possono causare infestazione

L’umidità, il calore e i nascondigli, in quanto, come già descritto, le blatte non sopportano il freddo, per cui infestano ambienti caldi, umidi e ricchi di cibo.
Per questo motivo alcuni settori legati alle attività umane (ristorazione, produzione di alimenti a livello industriale, ecc.) sono con maggiore frequenza a continuo rischio d’infestazione rispetto ad altri.

Le blatte più comuni in Italia