Rattus norvegicus (Topo di fogna)

Lunghezza (testa-corpo): 19-25 cm

Lunghezza coda: 15-22 cm

Colore del mantello: castano

Peso: circa 300 g

E’ il classico Topo di fogna robusto e dall’evidente pelo ispido e ruvido che, nonostante sia comunque in grado di arrampicarsi, a causa della sua rimarcata carenza di agilità, solitamente infesta unicamente le parti basse dei locali e le fognature. Dotato di sensi particolarmente spiccati (olfatto, udito e tatto), è daltonico e possiede una vista piuttosto scarsa. Caratterialmente è generalmente molto diffidente, intimorito e sospettoso. Predilige gli ambienti sotterranei in cui solitamente si nasconde e costruisce la sua tana. E’ un provetto nuotatore in quanto è in grado di nuotare anche per lunghe distanze (15-20 m). Vive in media 9-12 mesi. E’ onnivoro e si nutre di 25-60 g di cibo al giorno. Riproduzione: Molto feconda e prolifica, raggiunta la maturità sessuale (intorno ai 2-3 mesi di vita), la femmina di Rattus norvegicus è in grado di avere perfino 7 figliate nell’arco di un anno, durante le quali (per ciascuna gravidanza) è capace di partorire dagli 8 ai 12 piccoli.

Come distinguere un’ infestazione da parte di questa specie?
Tramite un attento controllo delle deiezioni rilevate:

  • Forma: capsula
  • Lunghezza: 2 cm

Rattus rattus (Ratto dei tetti)

Lunghezza (testa-corpo): 15-22 cm

Lunghezza coda: 18-25 cm

Colore del mantello: grigio o nero sul dorso e bianco sul ventre

Peso: 200 g

Dal corpo affusolato e le dimensioni inferiori rispetto a quelle del Rattus norvegicus, si differenzia da quest’ultimo anche per il caratteristico pelo morbido e soffice. E’ comunemente conosciuto come Ratto dei tetti, poiché, nonostante sia un abile arrampicatore, generalmente parassita l’uomo infestando le parti alte dei locali e delle industrie. Infatti, nidifica all’interno di soffitte, negli anfratti dei tetti, dei muri e sugli alberi. Il suo raggio d’azione è di circa 15-30 m. Come il Rattus norvegicus dispone di sensi profondamente spiccati (olfatto, udito, tatto e gusto), nonostante gli accentuati problemi di vista ed un rimarchevole daltonismo. Dal carattere sospettoso e diffidente, è altresì un abile nuotatore nonostante non sia amante l’acqua. E’ onnivoro, nonostante abbia un’evidente predilezione per la verdura, la frutta, le noci e il grano. Quotidianamente si nutre di 25-40 g di cibo. Vive in media 9-12 mesi.
Riproduzione: Come altri roditori raggiunge la maturità sessuale intorno ai 2-3 mesi di vita. Le figliate in un anno possono essere anche 6, per un totale di 6-10 piccoli a gravidanza.

Come distinguere un’infestazione da parte di questo roditore?
Tramite un attento controllo delle deiezioni riscontrate:

  • Forma: fuso
  • Lunghezza: 12 mm

Mus musculus (Topo domestico)

Lunghezza (testa-corpo): 6-9 cm

Lunghezza coda: 7-10 cm

Colore del mantello: grigio chiaro sul dorso e bianco sul ventre

Peso: 15 g

Comunemente chiamato Topo domestico in quanto, anche grazie alle dimensioni ridotte ed alla spiccata agilità, si insedia preferibilmente in tutti gli ambienti in cui la frequentazione umana è particolarmente assidua (mense, impianti in genere, uffici, cantine, ecc.). Ama nidificare in ambienti del tutto solitari o in materiali stoccati come in pertugi scavati nel terreno. Il suo raggio d’azione è alquanto territoriale; infatti non ama spostarsi otre i 6 m. Al pari dei suoi simili è un provetto nuotatore. Pur essendo onnivoro, come la maggior parte dei roditori predilige cibarsi di cereali. Si nutre di 2-3 g di cibo al giorno. Caratterialmente più curioso di altre specie, risulta essere molto meno diffidente nei confronti di oggetti nuovi. Vive in media 9-12 mesi.
Riproduzione: Questa specie raggiunge la maturità sessuale intorno ai 45 giorni di vita e durante l’anno è capace di riprodursi anche fino ad 8 volte. Ad ogni figliata può partorire fino a 5-6 piccoli.

Come distinguere un’infestazione da parte di questa specie?
Tramite un attento controllo delle deiezioni riscontrate:

  • Forma: bastoncini
  • Lunghezza: 6 mm

Apodemus sylvaticus (Topo selvatico)

Lunghezza (testa-corpo): 7-11 cm

Lunghezza coda: 7-11,5 cm

Colore del mantello: manto bruno-rossastro, ventre bianco sporco

Peso: 20 g

Comunemente chiamato Topo selvatico è il classico topino campagnolo dal muso allungato e di dimensioni veramente ridotte in grado di infestare qualsiasi genere di ambiente. Grazie ad un corpo molto piccolo, agile e snello è un abile arrampicatore e non di meno un provetto scavatore, per cui gli è particolarmente congeniale nidificare e costruire tane attraverso gallerie sotto il terreno oppure sfruttando vecchi nidi di uccelli ed altri roditori. A differenza del Mus musculus il suo raggio d’azione è molto esteso.
E’ un roditore notturno e, contrariamente ai suoi simili, caratterialmente molto curioso nei confronti di oggetti nuovi e a lui sconosciuti. E’ onnivoro, anche se pare prediliga cibarsi di frutti secchi, semi, lumache ed insetti. Come gli altri roditori di cui abbiamo parlato è un abile nuotatore. Dotato di sensi piuttosto sviluppati (olfatto, gusto, tatto e udito), tranne la vista, che tra l’altro presenta evidenti difetti di daltonismo. Vive in media 9-12 mesi.
Riproduzione: Raggiunge la maturità sessuale intorno ai 2 mesi di vita. In un anno può figliare anche 4-5 volte e partorire fino a 5-6 piccoli per figliata.

Come distinguere un’infestazione da parte di questa specie?
Tramite un attento controllo delle deiezioni riscontrate:

  • Forma: bastoncini (come per il Mus musculus)
  • Lunghezza: molto piccola (3-5 mm)